Resoconto Montefiascone

Un risveglio convulso, la corsa all'aeroporto di Ciampino, e solo 5 ore dormite..... per un quasi 40enne come me certi ritmi iniziano a pesare, ma quando si è in vista di vivere una giornata con la propria Passione, non c'è stanchezza che tenga.(rrooonnfff...zzzz....rrrooonfff).
Eppure in questo Febbraio (per me il mese più brutto dell'anno..) del 2011 (che per la cabala ha significato di 4 ,il numero 4 rappresenta il mondo fisico, la materia, che è nata dalla volontà dello Spirito dell'1. Indica quante sono le stagioni, gli elementi fisici antichi( Terra, Aria, Acqua e Fuoco) e i punti cardinali. È l'unico numero che è somma e prodotto di un altro numero per se stesso: il 2. Infatti, 2 + 2 = 4 e 2 x 2 = 4. Mentre il 2 rappresenta la dicotomia nel mondo spirituale,il 4 rappresenta quella tra mondo fisico e mondo spirituale.) un aria di primavera alle porte invoglia a stringere il manubrio tra le mani.
Vista la forma non proprio perfetta,ho optato per la Thunderkiss ovvero la mia d'epoca...dalla guida rilassata e dai consumi ridottissimi.
L'appuntamento è al "solito" Bar Gabbiano al molo di Anguillara,chi già è presente,e chi nel frattempo arriva all'appuntamento,riempie a poco a poco la piazza antistante.
Un gruppo omogeneo,per certi versi,ma eterogeneo per stili di guida e tipologia di motocicletta,si compatta.Destinazione Montefiascone (?) la famosa località che ha dato fama al vino EST!EST!EST! (Il nome di questo vino deriva da una leggenda. Nell'anno 1111 Enrico V di Germania stava raggiungendo Roma con il suo esercito per ricevere dal papa Pasquale II la corona di Imperatore del Sacro Romano Impero. Al suo seguito si trovava anche un vescovo, Johannes Defuk, intenditore di vini.
Per soddisfare questa sua passione alla scoperta di nuovi sapori, il vescovo mandava il suo coppiere Martino in avanscoperta, con l'incarico di precederlo lungo la via per Roma, per assaggiare e scegliere i vini migliori. I due avevano concordato un segnale in codice: qualora Martino avesse trovato del buon vino, avrebbe dovuto scrivere est, ovvero "c'è" vicino alla porta della locanda, e, se il vino era molto buono, doveva scrivere est est. Il servo, una volta giunto a Montefiascone e assaggiato il vino locale, non poté in altro modo comunicare la qualità eccezionale di quel vino, decise di ripetere per tre volte il segnale convenuto e di rafforzare il messaggio con ben sei punti esclamativi: Est! Est!! Est!!!)
Si parte!Costeggiando il lungolago di Anguillara,si arriva rapidamente a Trevignano,da dove poi si sale per la s.s. Cassia,il cielo è ancora grigio,nonostante siano passate le 10,ma la voglia di farsi un bel giro è più forte della paura di prendere un po di pioggia.I noccioli e le mimose in fiore che esplodono tra quegli alberi ancora spogli,il grano fa capolino dalla terra...siamo in Tuscia,la Terra degli Etruschi,ed io che mi sento abbastanza etrusco,non posso che sentire delle vibrazioni provenire dall'ambiente circostante....sarà,ma le vibrazioni si fanno concrete...ah già!dimenticavo....sono su una bicilindrica!!!GOOD VIBRATIONS!!

Un itinerario già predestinato va via via modificandosi in corso d'opera,il tempo e alcuni incontri definiscono anche un'altra meta e già da Blera si decide di deviare la truppa sul campo.
Le strade che si snodano sono a tratti bagnati e l'andatura non lascia molto sfogo alla guida che appare più "prudente" che rilassata;così tra una curva e l'altra,il tempo di schivare Viterbo attraverso la superstrada,raggiungiamo Montefiascone...sulla nostra sinistra la chiesa di S.Flaviano si nota per la sua struttura di basalto e dallo stile gotico,la basilica esternamente si presenta come una struttura piuttosto compatta. La facciata principale è dominata da tre arcate di cui quella centrale mostra un portale strombato formato da semicolonnine con capitelli mentre quelle laterali ospitano due finestre. Al di sopra è una loggia, da cui i pontefici impartivano al popolo le benedizioni, sulla cui balaustra è il sigillo del Cardinal Aldovrandi che, nel XVIII secolo, la completò aggiungendovi il tetto a capriate sorretto da colonnine.Lungo una strada dall'asfalto nuovo si scende verso le rive del lago e si arriva a Bolsena.Dal luogo della sosta per il pranzo al sacco,vi è un panorama bucolico,con le isole Bisentina e Martana che si intravedono nella foschia a pelo di lago.L'isola Bisentina è la maggiore del lago per superficie (17 ha) e può essere circumnavigata con le motobarche che partono dal vicino centro di Capodimonte. Conserva una natura quasi incontaminata con folti boschi di leccio, giardini all'italiana, panorami incantevoli e numerosi monumenti. L'isola Martana è stata, al centro della tragica vicenda storica di Amalasunta, regina dei Goti che prese il potere alla morte di Teodorico e, dopo essere stata portata con l'inganno sull'isola qui fu trucidata dal cugino Teodato. L'isola, disabitata, fu un tempo sede di un convento degli Agostiniani. Attualmente è proprietà privata e quindi non ne è possibile la visita.
Sosta pranzo.....

Decidiamo di aver sfidato abbastanza il meteo per oggi,nubi minacciose si stagliano all'orizzonte,volgiamo i manubri al ritorno,raggiungendo Viterbo attraverso la s.s.Cassia (in verità volevamo evitarla di sana pianta,ma situazioni contingenti ci hanno portato ad "usarla" come tratto di collegamento) dalla città dei Papi,(e non so come...) arriviamo sulla s.s.Cimina,perchè tutte le strade portano sulla
Cimina!!
....sali....scendi....curva.....la temperatura inizia ad abbassarsi, e le mie "ferite di guerra" annunciano pioggia..... le mani sono gelate, e ora la voglia di "tana" si fa più forte... un cordiale saluto tra tutti, anche se frettoloso, ci congeda... ma nella mente abbiamo tutti il timore che la pioggia ci sorprenda...... una giornata a "tastoni", e come di consueto, la deviazione stradale ci fa perdere la strada maestra, ma è sempre bello perdersi....(ricordo di quando ero cercatore d'oro in Klondike....ah! vabbè, poi ve la racconterò....)

Ragazzi, aspettando il Sole, vi rimando alla prossima!!!

Voster Semper Voster
Larth

un abbraccio  

p.s. ora sta piovendo.....  

By CX71