RESOCONTO - Piana delle Orme 2013

Piana delle Orme riempie il cuore e l'anima, Piana delle Orme lascia un segno indelebile e tangibile in chiunque abbia la fortuna e la possibilità di mettervi piede, Piana delle Orme un luogo dove magia, storia ed emozioni si mescolano qua e là per dar spazio a commoventi espressioni che i miei occhi hanno avuto la fortuna di rubare negli sguardi di Yuri, ½ Litro, Zia Patty, Lardo, Cicalino e Panigale.

Una giornata in cui il sole ci ha battezzato nel tragitto dell’andata e quello del ritorno, e benché ci siano state poche curve ad accompagnarci alla suddetta Location, c’è stata la voglia dello stare insieme, uno stare insieme diverso, uno stare insieme per vivere esclusivamente gli uni accanto agli altri la storia che i nostri nonni hanno dovuto vivere, costretti nella loro esistenza a dovere fare i conti con la follia dell’uomo che tanto dolore ha provocato.

Il mio stupore è poi cresciuto nel vedere che dopo una fugace pausa pranzo i ragazzi sono rientrati per terminare di ammirare i restanti padiglioni e concludere il giro turistico per le ore 16:00, giusto in tempo per rimettersi in sella direzione casa.

Piana delle Orme, un posto in cui il tempo sembra proiettarti in un’altra epoca, una Location in cui persino gli odori ti entrano nella mente fino a lasciarti un contagio che non ti molla più, e man mano che prosegue il giro ti rendi conto che non esiste più tecnologia, che non esistono più gli agi che ogni giorno possiamo fortunatamente usufruire, ma solo tanta, tanta storia, una storia che non si studia sui libri a scuola, una storia diversa, una storia reale che ti fa vivere e toccar con mano quello che veramente accadde…

Questo luogo ti scava così nel profondo che vuoi farci ritorno con le persone a te più care, molti di noi verranno al più presto accompagnati chi dai propri genitori, chi con i propri figli, chi addirittura con i propri nonni, per far rivivere certe emozioni anche ad altri, come un contagio che deve essere proferito assolutamente. Consiglio vivamente a tutti colori avranno la possibilità di venire in questo posto, di farlo durante un giorno qualsiasi della settimana, dove i padiglioni restano semi-deserti e la magia aleggia silenziosa nell’aria, dove i manichini sembrano prender vita e forma come nel film “Una notte al Museo”, dove il salto temporale è tale da proiettarti in un’altra dimensione.

Gli occhi increduli ed emozionati di molti di noi hanno parlato più di cento parole e ringrazio dal profondo del cuore a nome mio, ma anche a nome di tutti i partecipanti all’evento, Cicalino e la sua realizzazione video, montaggio che ha sapientemente fatto rivivere alcuni momenti salienti della giornata.

Si perché non bastano parole scritte di getto in un Resoconto per descrivere l’empatia che Piana delle Orme lascia dentro, ma servono anche immagini, video e fotografie per spiegare cotanta bellezza, crudeltà, magia e storia.

Vedere al mattino giungere all’appuntamento ben più gente rispetto alla lista di partecipazione ufficiale mi ha reso consapevolmente colpito, e chi non ha potuto prendere la propria due ruote ci ha comunque raggiunto alla meta in automobile, persino un Magilla (impossibilitato a prendere la moto) pur di non mancare alla sua Piana delle Orme ci ha raggiunto in auto.

Grazie anche a tutti i ragazzi che, già presenti lo scorso anno, hanno voluto bissare l’appuntamento per rivivere con più calma le proprie emozioni, vedere Linda, Zi8tto, Lauretta, Toga, Delfina, Federica, Ninja64, Lothar e Lotharino, Baffone, Cap. Uncino, Kyrbis, Cicalino e Cicalone, Zia Patty e Lardo, Fuso, Roby Top Gun, Magilla, Panigale, ½ Litro e Tanichetta, Yuri e Fonseca unirsi tutti per vivere una giornata indimenticabile non ha prezzo davvero.

Ma soprattutto grazie a Smile che 4 anni or sono ha fatto si che conoscessi questo posto magnifico, luogo che inevitabilmente ho potuto far conoscere a tutti voi.

Spero che la giornata odierna abbia regalato emozioni come gli occhi lucidi di una persona in particolare, che non riuscendo a proferire parola alcuna ha preferito far parlare lo sguardo piuttosto che il resto.


by Giovanni Yoyo Iodice

 

PIANA DELLE ORME 2013

 

ORGANIZZAZIONE: 8

CLIMA: 8

PARTECIPANTI: 7+

TRAGITTO: 6+

LOCATION: 9

COSTI: 8


Con orgoglio comunico già da adesso, qualora ci sia la possibilità, la volontà di mettermi a disposizione per l’organizzazione per Piana delle Orme 2014, stavolta magari lavorando ad un progetto di una 2 giorni, cosi da aver la possibilità di farvi conoscere altri posti magici ed incantevoli quali il Castello di Sermoneta, i Giardini di Ninfa, e perché anche ad non una pistata al vicino circuito del Sagittario ed un caffè a Piazza del Popolo a Latina.

Con le persone giuste e l’ambiente giusto tutto diventa più bello e facile, facile da vivere e lasciarsi trasportare.

by Giovanni Yoyo Iodice