RESOCONTO - Motoraduno dei Neroniani

Impressionante; questo l'aggettivo forse più giusto e significativo proferito da Fabiok entrando nel Cimitero Americano della 2° Guerra Mondiale di Anzio, dove il Motoclub I Neroniani ci hanno immortalato in una fotografia simbolo sulla scalinata della grande Cappella.

Impressionante vedere migliaia e migliaia di croci rappresentanti il sacrificio di tanti ragazzi, che, appena 70 anni fa, perdevano la loro vita sulle rive di Anzio e Nettuno, con lo sbarco di Anzio. La storia di cotanto fascino e rispetto, si respirava nell'aria calda di una bellissima mattina di Luglio, dove il nostro Motoclub si è diviso in due per far visita anche ai vicini "Mercenari" ed onorare il Memorial Edy.

Il motociclista è uno spirito libero, che fa chiasso e vuole divertirsi, proprio come la maggior parte di noi Scoordinati che abbiamo letteralmente devastato (bonariamente) il Pomeriggio dei Neroniani, con balli, risate e tanta gioia sparsa sul bellissimo porto di Anzio. Ma il Motociclista è anche una persona il cui rispetto interiore ha del magnifico quando occorre (parlo per chi ha partecipato al motogiro). Entrando nel Cimitero Americano anche i rombi delle motociclette sembravano sottomessi e ovattati, tanto da percepirne un rispetto unico, per il luogo dove stavamo entrando.

Dopo aver partecipato al Motogiro dei Mercenari a 45 km/h e gemellato con i Neroniani ad Anzio, velocità salita a 51 km/h, le temperature dei nostri motori chiedevano pietà, per non dire gli ettolitri di sudore che hanno intriso casco, giubbetto e guanti....

Poco dopo sono venuto a sapere dal nostro Presidente e della nostra Segretaria, (che mi hanno dato il loro benvenuto con un "ma perchè ti sei cancellato da Whatts'up") ;-) che l'altro gruppo degli Scoordinati si era brillantemente crogiolato in acqua al porto di Anzio.... (bastardissimi ;-). Arrivati al Porto, esausti e provati fisicamente, ci siamo uniti per il pranzo al resto del compatto e numeroso gruppo mangiando sotto la vela messa a disposizione dagli organizzatori proprio sul porto stesso, dove tra risa e schiamazzi abbiamo degustato un pranzo a base di pesce, davvero prelibato.

Successivamente, molti di noi si sono dati alle danze, con i due Bodyguard (Fuso & Yuri) impegnati sul palco con la sempre scatenata Pesciomancino e Smile75 che nel frattempo dispensava gioia a destra e sinistra... pure troppo! Come sempre sorridenti tutti gli altri, anche se provati dal sole cocente che incombeva sulle nostre teste. Gagliardo e chiassoso Carlos che ieri per un Burn out con la sua HD s'è finito 250€ dè copertone poteriore.

Grande e meraviglioso, parlo personalmente, è stato il rientro nel gruppo di Magilla... commovente l'abbraccio che mi sono scambiato con lui... quasi da Checca... (battuta), "mè sei mancato bello!"... e bello davvero dal momento che è tornato dalla Francia con 23 Kg di meno... 23... che bucio dè culo che deve esse stato!

Il pomeriggio si è concluso con le nostre solite mille ed immancabili foto di rito di cui una sul mercantile ormeggiato davanti al Parco Festa, eh si questa ci mancava proprio.

Bello vedere il SilvioSv con Peki raggiungerci per pranzo, grande Silvio, "com'è la via Pontina in solitaria a mezzogiorno?!" Bello anche rivedere persone come Cesco, Carlomagno Senior, il fratello di 1/2 Litro, di cui ho potuto felicemente constatare che è più NORMALE rispetto a Stefano... 

I sempre inossidabili Max, Delfina, Ninja64, Penelope, Iban, Cip, Depotenziato, Orso Yoghi, Pesciomancino hanno colorato anche questa meravigliosa giornata con la loro presenza, ma anche Toga che al rientro ha preferito consegnare la sua Monster nelle più esperte mani di Michela visto l'imbarazzante traffico della Via Pontina. Grandi anche Matrix, Crepone, Gabriele, Lupin e Kate Tond che quer pupo lo porta ovunque!! 

Il rientro è stato scaglionato, proprio a causa dell'ecatombe dei romani che hanno devastato e bloccato la viabilità della via Pontina. 

Chi ha preferito avviarsi con tutta calma, chi invece si è implotonato con il gruppo, chi si è attardato causa traffico, chi ha dovuto rabboccare il serbatotio come il sottoscritto (era pure ora dopo 500 km percorsi in 2 giorni con appena 40 € di benzina), insomma alla spicciolata tutta la ciurma è giunta a destinazione.

La cosa che mi ha colpito, dopo essermi fermato in solitaria all'autogrill della Pisana intena per un coffee, è stato vedere manciate di Scoordinati percorrere il GRA alla spicciolata, e come se non bastasse, manco a farla apposta Fabiok e Luka erano li all'autogrill stesso per una sosta, poco dopo il SilvioSV e Peki con tanto di coppa si sono uniti a noi per il rientro.

La coppa, si quasi dimenticavo, altro riconoscimento che abbiamo meritatamente portato a casa, il 1° Premio come maggior numero di iscritti al Motoraduno dei Neroniani, e questo grazie a tutti, tutti, nessuno escluso, anche a Lauretta (imperterrita, con quel suo Monster va davvero dappertutto). Bella Cicalino, anche tu ti sei riunito alla banda, grandeeee. Grande anche Luciano che, dopo mesi di latitanza, ha scelto il Motoraduno dei Neroniani per rientrare tra amici Bikers in sella ad una Suzuki nuova fiammante, "mò rubbategliè pure questa pezzi de mer..."

Sicuramente mi starò dimenticando qualcuno, come Poggiamorella ad esempio, che nun gliene pò fregà de meno dè mettese guanti, pantaloni tecnici e stivaletti, lui quanno cià callo, cià callo, e quindi è pure carino vedello sulla Pontina con le infradito, pantalocini e maglietta arancione (Scoordinata) in sella alla sua Suzuki...

Un ringraziamento particolare a Fabiok, Luka27 e Kyrbis (con il suo nipotino al seguto), che mi hanno accompagnato al Memorial Edy dei Mercenari di Latina.

Grazie ancora ragazzi, vorrei potervi nominare tutti, dal primo all'ultimo ed anche se il vostro nome non compare su questo Resoconto sappiate che è grazie al vostro impegno/presenza che anche questa volta, per l'ennessima volta, abbiamo trascorso una gran giornata.

Un ringraziamento inoltre và agli Organizzatori del Motoraduno dei Neroniani (che più passano gli anni più sono organizzati) e a tutto il Motoclub, ma anche un sentito grazie al caloroso Benvenuto che i Mercenari di Latina ci hanno riservato al loro Mermorial Edy. Insomma come scrisse Turan su FB riguardo una fotografia postata da Luka27, grazie a questo spirito di fare "siamo sempre in ogni dove".

ORGANIZZAZIONE: 8
CLIMA: 9
MOTORADUNO: 7+
COSTI: 7+
PARTECIPAZIONE: 8
COMPORTAMENTO ON THE ROAD: 7+ (almeno per quanto riguarda il mio gruppetto e i pochi km percorsi al rientro con gli altri).

Resoconto by: Giovanni Yoyo Iodice