RESOCONTO - Motoraduno d'Eccellenza Bikers

SALERNO 09 APRILE 2011

Per esigenze di " lavoro" la partenza preventivata per venerdì è stata posticipata al sabato mattina e quindi la sera del venerdì è stata dedicata alla preparazione moto, bagagli e visione, molto rassicurante, delle previsioni del tempo: sole splendido su tutti i 280 KM del percorso e a Salerno previste temperature estive (quasi). Purtroppo come spesso accade la realtà non combacia con le previsioni e sabato mattina un pallido sole oscurato da una leggera velatura di nubi ha accompagnato la partenza alle ore 8 come al solito leggermente in ritardo rispetto alle previsioni!!!!! Piacevole sorpresa: lo scarso traffico sul raccordo e anche l'ingresso a Roma sud senza le solite lunghe code ha favorito il recupero sulla tabella di marcia ed anche il prezioso telepass ha fatto il resto facendo recuperare ulteriormente tempo.

La comparsa della nebbia segnalata dai cartelli autostradali a banchi sino a Colleferro in realtà ci ha accompagnato sino a Ceprano, per la gioia della zavorrina che ha una particolare avversione per quella che lei (donna del sud) chiama nebbia e che per me (motociclista del nord) è semplice foschia. Dopo gli iniziali 120 Km di nebbia/foschia è comparso il sole che ci ha accompagnato sino al rientro di domenica sera.

Arrivo a Salerno dopo 2 ore e trenta  e 284 Km percorsi  senza  particolari note da segnalare se non un traffico contenuto. Prima tappa albergo (prenotato con solita solerzia dalla zavorrina) modesto ma pulito, decoroso, tranquillo e con parcheggio coperto per moto dove abbiamo avuto primi incontri, come previsto, con gli amici Giovanni e Sergio compagni di molti motoraduni, che ci hanno fatto da guida verso il luogo del raduno situato in una accogliente piazza a circa 2 Km dall'albergo. Tempo di salutare altri amici,Totò e Teresa (signora zavorrina) più altri (troppi da elencare), fare l'iscrizione che come da programma partenza, in orario, per giro turistico a Vietri con breve sosta sul lungomare e qualche fotografia ricordo della splendida costiera e del mare (molto invitante) con qualche coraggioso bagnante !!!!

Rientro tra il traffico superato grazie all'aiuto prezioso delle staffette che si sono prodigati per alleviare i disagi e le difficoltà causate da automobilisti poco disciplinati e poco propensi a dare spazio ai "pericolosi e fastidiosi" motociclisti. Per il pranzo ognuno poteva scegliere se rifocillarsi presso il furgone attrezzato o per gli amanti della tavola, come il sottoscritto e passeggera, presso una tavola calda presente sulla piazza del motoraduno dove abbiamo potuto gustare un buon primo ed un secondo a base di pesce di buona qualità e servizio altrettanto gradito.

Dopo pranzo ci siamo concessi una breve pennichella su una panchina di un verde e tranquillo parco adiacente la piazza e, in attesa della partenza per il giretto pomeridiano, una partita di pallanuoto in svolgimento nella vicina piscina comunale (persa dalla squadra locale) ha colmato i tempi di attesa. Partenza del giro pomeridiano come da "ruolino di marcia" (!!) con destinazione lungomare: giunti a Piazza Cavour parcheggiate le moto i partecipanti al raduno hanno assistito ad una breve celebrazione religiosa a cui è seguita la gradita benedizione di moto e motociclisti.

A seguire, lasciate le moto in custodia degli zelanti amici del moto club Bikers, il gruppo ha percorso le vecchie vie di Salerno per recarsi al Duomo. Una guida ha illustrato le bellezze e la storia del complesso religioso con l'ausilio di un prezioso e utile ricevitore che ha permesso di apprezzare i dettagli di una struttura certamente monumentale e interessante dal punto di vista architettonico. Una altrettanto interessante esposizione in una chiesa e locali attigui di pittori e scultori locali ha concluso la visita dei caratteristici vicoli della città vecchia. Il gruppo ha proseguito il giro sempre scortato e guidato dalle attente e disponibili staffette raggiungendo una pizzeria anch'essa situata sul lungomare per un assaggio della tipica pizza napoletana (purtroppo fredda) ma ugualmente gradita.

Rientro alla spicciolata sulla piazza del raduno e cena offerta dal moto club presso l'area attrezzata per l'occasione. Durante tutta la manifestazione i presenti sono stati accompagnati da musica, a volte un po' assordante per la gioia dei residenti, e speaker che oltre a fornire informazioni sugli eventi che si stavano svolgendo intratteneva i presenti con battute e richiami alla manifestazione in atto. La serata si è conclusa con una esibizione canora molto apprezzata dai numerosi motociclisti e "semplici" cittadini molto interessati al variegato parco moto.

Domenica: la piazza si è rapidamente riempita da centinaia di moto (circa 700) mettendo un po' in crisi il servizio di consegna dei pass e registrazione ma grazie alla disponibilità dei componenti del moto club organizzatore le difficoltà sono state rapidamente superate e nell'orario previsto il folto gruppo dei motociclisti si è messo in moto per il giro domenicale, questa volta con blocco del traffico, che come prima tappa ha previsto la visita al Teatro Comunale con foto di gruppo all'interno della struttura ricca di stucchi e affreschi. A seguire la carovana si e rimessa in moto per raggiungere un caseificio nei pressi di Salerno dove abbiamo avuto modo di degustare e apprezzare; con un pò di ressa, le mozzarelle e la ricotta offerte, per fortuna, in abbondanza.

Rientro a gruppi sempre guidati dall'efficiente e disponibile servizio di accompagnamento e consumazione dell'aperitivo offerto sulla piazza del motoraduno a cui hanno fatto seguito la premiazione dei vari moto club con le immancabili foto (in totale circa 300 come al solito) di gruppi e amici.



Nota: molto apprezzato è stato il rispetto degli orari previsti dal programma peraltro ricco di iniziative; del tutto comprensibili i pochi minuti di ritardo dovuti sicuramente alla notevole presenza di moto, conduttori e immancabili zavorrine. Rientro in 2ore e 25' senza particolari se non il solito traffico, molto contenuto vista l'ora (ore 17) in prossimità della capitale.

Ciao a tutti alla prossima avventura.

By Ottavio