RESOCONTO - Gita tra Tuscia e Maremma

DOMENICA 17 APRILE 2011

A spasso fra Tuscia e Maremma...... maiala!
Totale Km 400,00
Livello di uscita:  DURO HARD!
Partecipanti 20 e 13 moto

La mattina inizia (quasi come di consueto) al Gabbiano, luogo dell'appuntamento ore 9:00...9:30... manco mi tolgo il casco che (quello che dopo scopro essere Cavadenti) mi dice: "sotto questo casco si cela una donna?!" e io dico: "ma certo che si!", poi ho pensato, " A Pe' so' così bella che mi riconoscono anche con il casco!!!" Vabbè doppi sensi a parte!..... (Gianni deve pagà da beve perché non ha avvertito che non sarebbe venuto)... Il tempo di attendere gli ultimi arrivi romani e via si parte!!!! Desmosandro fa l'andatura ed il Presidente fa da scopa... Ora non mi chiedete che strada abbiamo fatto perché io me perdo pure dentro casa mia ma, provo a descrivervi quelli che ho visto... Lungolago, colori e anche odori di primavera timida, in cui il sole non scalda per colpa di un vento che ti si incollava con tutta la moto, ma noi imperterriti ci dirigiamo verso Vetralla per poi arrivare a Viterbo e sotto il cavalcavia incontriamo Cignonero.

Ci guardiamo infreddoliti e un po' perplessi per il troppo freddo fuori stagione, ma via si prosegue! Si passa per Marta, Capodimonte, Pitigliano e Talentano, ci fermiamo al solito bar di Latera dove tutti abbiamo bisogno della seconda, terza colazione per scaldarci e chi per sgarrare la dieta!!!!! Betta!!!!!!! Do sta Max?????????!!!!!!!! Sta dentro a magna' un panino de nascostooooo!!!!!!!!!!! Ancora freddo ancora vento ma questo non ci ferma... Incomincia il tratto vero, quello figo, quello che o le curve le sai fare o ti fai due palle smisurate! Il tratto di strada dove le gomme fanno la differenza (vero Cavadenti?!!!) dove la fiducia della zavorra nel conducente conta quanto una traiettoria giusta, dove O C'HAI ER MANICO O MEGLIO CHE STAI A CASA!!!! D'altronde Desmosandro esce 3 volte l'anno, e quando decide lui il percorso il livello di difficoltà passa da difficile a HARD!!!!!! Fino a Sorano se non ricordo male le curve erano belle ma la strada un po' uno schifo, lo sappiamo io e Cicalino e che ci siamo esibiti in un contromano per prendere un dislivello della strada con la moto dritta altrimenti...... non lo pensiamo nemmeno!

Lo sa bene anche il povero posteriore di Ladycavadenti che a un certo punto ha detto gna' posso fa e ha fatto fermare Cavadenti..... Regà la strada che da Roccalbenga porta a Scansano, è una strada da paura, abbiamo fatto quel misto stretto che mi ha segnato il cuore ve lo dico! Troppo bello: lento, ma armonico, in lieve discesa e con ottima visibilità. Ve lo devo dire che abbiamo ruotato intorno a Saturnia per circa 40 km... Ad ogni incrocio vedevamo (chi ce la faceva a leggere) i cartelli stradali, che indicavano Saturnia 22 km, ma noi niente, la nostra meta è Scanzano e noi continuiamo a fare le curve, curve, curve, curve e poi io direi de fa due curve... ahahahahahhahahah...

Arriviamo a 4 km da Scansano e facciamo un piccolo STOP & GO e qui ci accorgiamo che a tutti lo stomaco grida PAPPE! Ci ricompattiamo e conquistiamo la piccola piazza di Scansano che manco a dirlo è la patria del Morellino... e che facciamo?! Che s'è portato il pranzo e chi come me becca un'enoteca che fa il vero panino della maremma! Accompagnato da un paio di bottiglie di Morellino, salumi, formaggi e bruschette! Mamma che magnata da paura!!! Dopo aver bivaccato un po' ci sentiamo belli pronti per risalire in moto.
I Cavadenti ci lasciano per un ritorno più soft... (certo come prima uscita gli facciamo fare il tour de force delle curve...)... Puntiamo su Saturnia, io un po' allegretta dopo la piacevole riscoperta del Morellino :-) faccio passare davanti Schiocco, Lardo e Ninja e mi metto dietro... Beh sarà stato il Morellino ma capperi quanto mi sono divertita! Che sensazione stupenda guidare tra quelle curve! Arriviamo a Manciano dove intercettiamo Kimera! Io lo ammiro sto ragazzo, s'è fatto 200 km da solo senza fermarsi mai... Poi si passa per Farnese dove il paesaggio è mozzafiato, sembra di essere tornati nel medioevo, case antiche, terre da pascolo, strada stretta fatta solo per il passaggio dei carri...

Passiamo per Montalto di Castro, Arlena di Castro, Canino e poi finalmente Tuscania dove dopo 107 km ci fermiamo per una pausa. Sostiamo davanti un bar di nonni dove ci facciamo un bel gelatino, salutiamo Cignonero e figlia e ripartiamo... Desmosandro, capo della tribù, decide che la strada che porta a Vetralla non è bella perciò allunghiamo un pochino per arrivare sulla superstrada e poi per la Cassia bis, causa chiusura strada Trevignano-Anguillara si taglia per Oriolo Romano per arrivare a Manziana e finalmente al bar Principe sul lungolago. Gianni deve pagà da beve perché non ha avvertito che non sarebbe venuto... Altre due risate e la frase mitica del Presidente che esclama "Oggi il mio baricentro non è mai strato dritto per più di 20 sec. Ha oscillato a destra ed a sinistra più oggi che in tutta la mia vita " ahahahah..  Poi con il sorriso soddisfatto e felicetto torniamo tutti a CASA.

Grazie a Desmosandro per il bel percorso, ricordiamoci il prossimo anno di proporlo necessariamente con livello HARD!! E magari in due giorni che quelle curvette meritano di essere fatte e poi rifatte!!

Osservazione spontanea e del tutto personale sugli Scoordinati che sono intervenuti all'uscita:

Bambacione prega che non mi faccio il 600 che prima o poi te svernicio!

Bambaciona piega troppo e struscia le scarpe!

Cicalino è passato da: "Lei è la moto di mio fratello" a "mo te piego io!"

Schiocco da er GAS!

Kimera fa tanti km...

Cavadenti non c'ha le gomme

Cesco è passato da 2 a 3 moto e Germana ce dorme dietro!

Il Presidente magna de nascosto, ma gli da un gran GAS anche con il Transalp...

Betta è bella!

Ninja e Delfina sono insostituibili!

Cignonero la prossima volta viene da solo!

Lardo e Patty si divertono un casino!

Ed infine Ziotto...... Ziotto va dritto!!!!!!!!!!

Hanno partecipato all'uscita:

Desmosandro, Bambacione, Bambaciona, Max, Betta, Pescio, Cicalino86, Schiocco, Lardo, Patty, Ninja64, Delfina, Ziotto, Cignonero, Figlia Cignonero, Cesco, Germana, Kimera, Cavadenti, Paola


By Pesciomancino