RESOCONTO - Civitavecchia 2013

Percorrere l'Itinerario preposto al raggiungimento della vicina Civitavecchia per la 2° Tappa del TTS 2013 a bordo di un'automobile non è che sia il massimo dell'espressione motociclistica, ma farlo all'interno di un Serpentone Scoordinato mi ha comunque emozionato e in qualche modo privilegiato nella visuale di ognuno di voi.

Mi sono flagellato per non aver portato con me una telecamera per riprendere ogni vostra mossa on bike, siete stati davvero Bravi e diligentemente prudenti (vista la strada...). PS: Da Manziana a Tolfa, impraticabile a qualsiasi andatura, con sede stradale a limite delle sospensioni. Da Tolfa a Civitavecchia passando per Allumiere, molto più divertente con sede stradale più liscia.

Non potevo tirar fuori la gamba per segnalare i pericoli lungo la strada, ma spero abbiate apprezzato le 4 frecce che prontamente azionavo per i miei amici Bikers.

Come al solito la giornata è volata via troppo velocemente, ma abbastanza per assimilare sguardi, sorrisi, battute e foto di rito. Gli impavidi che oggi hanno sfidato il freddo (credo sopratutto nel viaggio di ritorno), hanno tutta la mia stima, mia e credo sicuramente degli Organizzatori dell'evento, del Presidente e di tutto il Consiglio Direttivo.

Durante la Premiazione della Federmoto, ci è dispiaciuto moltissimo non poter sedere tutti insieme l'uno accanto all'altro, nella grande sala messa a disposizione dal Comune di Civitavecchia. Disposizioni di natura logistica ci hanno obbligato a creare due gruppi, il CD vicino al Palco ed il resto degli Scoordinati, diligentemente seduti un pò più indietro.

Il ritiro del Premio da parte del nostro Presidente è stato il giusto coronamento ad un anno ricco di emozioni e risultati. La coppa ha successivamente (ed immediatamente) fatto il giro della sala, passando di mano in mano affinché ogni Scoordinato la toccasse lasciandovi le proprie impronte digitali.

Quasi fosse la Coppa del Mondo di Calcio, un risultato, quello di oggi, ottenuto grazie allo sforzo ed all'impegno di ogni singolo Socio. In ogni condizione climatica: con la pioggia o con il vento, con la neve sciolta ai bordi della carreggiata o con il sole cocente che non permette di respirare, sempre e solo in moto, le nostre moto, per stare insieme, sempre insieme (pensa che palle...)....  .

Ma sapete cosa vuol dire essere il 1° Motoclub della Regione Lazio? Avete minimamente idea di cosa siete/siamo riusciti ad ottenere? Una soddisfazione immensa considerando che esistono altri Motoclub, molto più vecchi del nostro, i quali in tanti anni di militanza FMI non sono mai riusciti ad ottenere un riconoscimento del genere!

Anche oggi le facce nuove viste a Tuscania hanno bissato ed onorato questo giorno, giorno molto importante per tutto il Motoclub Scoordinati. Vederli mi ha riportato per un attimo indietro di 4 anni, dove tutto (per noi "anziani del Motoclub") era nuovo, dove tutto era la 1° volta, e le emozioni erano vergini e pure. E invece adesso?

Con stupore ed incredulità posso realmente affermare che adesso è come 4 anni fa, con la differenza che dopo aver maturato questa realtà per tutti questi anni, oggi le dai un significato meno superficiale e quindi più sentito, più vero, più intimo. Dopo aver incrociato lo sguardo con alcuni, mi sono accorto che le emozioni di 4 anni fa sono ancora incredibilmente vive tra noi, ed anche se non lo diamo a vedere, ognuno di noi dentro di sè, poco prima di coricarsi nel letto è consapevole del fatto che lui stesso è:

"un piccolo tassello di un puzzle che magicamente forma il nostro Logo".



Grazie a tutti.



Resoconto a cura di:
Giovanni Yoyo Iodice


Organizzatori evento:
Did748, Max214 & Turan