RESOCONTO - Castello di Frontone 2013

Castello di Frontone - 1° Prova TTN 2013

Con questa prima uscita ricomincia la stagione di avventure in moto. A dire il vero a differenza degli altri anni ho iniziato con qualche settimana di anticipo e francamente ero un tantino preoccupato viste anche le condizioni climatiche delle settimane precedenti.

Purtroppo per motivi famigliari la mia zavorrina, molto a malincuore, mi ha solo aiutato a preparare il bagaglio salutandomi alla partenza nella tarda mattinata di sabato  con un commosso: mi raccomando fai attenzione ci vediamo domani pomeriggio.

Per grazia ricevuta il Santo protettore dei centauri ha deciso di dare una mano ai suoi assistiti me compreso e il sole ha accompagnato i circa duecento motociclisti che hanno partecipato al moto raduno.

Appuntamento sabato mattina con un collega e alcuni suoi amici (6) che per  caso ho saputo, in settimana, avevano deciso di prendere parte al moto raduno di Frontone Castello.

Per la cronaca non ci siamo persi per strada! Essendo in pochi sarebbe stato il colmo. Sole si ma pure freddo visto che la temperatura non ha mai superato nei due giorni di sabato e domenica  i 7 gradi con punte ovviamente negative di -4. Nel gruppo di motociclisti al quale mi sono aggregato faceva parte anche un "vespone" e quindi la velocità del viaggio ne ha risentito non poco (100/120 con punte di 130 Kmh.)

Confesso che a ben vedere non mi è dispiaciuto in particolare sul tratto Perugia- Frontone passando per Gubbio tratto panoramico e strada di "montagna" ma con ampie curve e fondo stradale ottimo per un tranquillo e rilassante viaggetto di 270Km. Unica nota preoccupante i cumuli di neve al bordi  e la temperatura molto vicina , nonostante il sole splendente e l'ora (13.00), allo zero con un -2/-3 nel tratto più freddo.

Non di rado il computer di bordo ha evidenziato il fiocco di neve ovvero pericolo di ghiaccio, pericolo reale visto che in alcuni punti l'asfalto luccicava in modo non certo tranquillizzante. Arrivo a Frontone, un piccolo e caratteristico borgo dominato da un altrettanto piccolo castello presso il quale era collocato il punto di ritrovo FMI e iscrizione.

Vista l'ora ormai pomeridiana e l'esaurimento della riserva di zuccheri della parte umana del binomio uomo - moto abbiamo pensato di fare rifornimento al mezzo umano in una piccola, accogliente e (sopra tutto) calda trattoria.

Saggia e opportuna decisione visto l'appetito  anche  perché con la modica spesa di € 18 abbiamo consumato abbondante tagliere di salumi e formaggi, agnolotti con sughi vari, carne alla brace e contorni e per concludere cantuccini, caffè e digestivi artigianali di vario genere  con immancabili foto di rito ovviamente non commestibili.

Riprendere la strada per raggiungere il Castello (2 Km) è stata dura a conferma che gli ultimi chilometri sono sempre i più difficili!!!!!! Una cinquantina di motociclisti ci ha accolto presso il mezzo della federazione ed è stato bello rivedere amici non visti da mesi con i quali ho passato bellissime giornate.

Giusto il tempo di salutare, fare l'iscrizione e partenza per il giro turistico che ci ha portato nel vicino comune di  Pergola  per la visita al museo locale dei Bronzi dorati. Piccolo ma bello e interessante come capita spesso nei piccoli paesini.

Dopo la cultura come tradizione immancabile passaggio in cantina per rifocillare le stanche membra. Devo confessare che nonostante la tavola imbandita non avendo smaltito il pranzo da poco concluso non ho approfittato di salumi, tramezzini al tartufo e altri invitanti prelibatezze limitandomi (con un pizzico di rammarico) alle solite fotografie.

Tra cultura e libagioni è scesa la sera anzi il buio e per fortuna  il rientro è stato facilitato da auto dell'organizzazione che tranquillamente ha guidato il serpentello di moto verso albergo e luogo di partenza. La cena dal costo di € 25, prevista presso l'albergo nel quale erano alloggiati la maggioranza dei motocilisti, (compreso il sottoscritto) è stata apprezzata sia per  qualità e abbondanza.

Non dover ritornare in sella ha fatto apprezzare ancora di più la serata allietata da batture, grappini, barzellette, digestivi,  bicchieri di birra e ricordi scambiati con gli amici. Una serata ad alta gradazione!!!!!

Domenica mattina sole splendido e temperatura a -4 che ha fatto apprezzare molto mutande lunghe di lana  sotto tuta e giaccone Dainese idem pantalone, sotto guanti, guanti pesanti, sotto casco ho evitato, per ripararmi dal freddo ,di mettere anche la tuta da pioggia che prudentemente faceva parte del bagaglio.

Volendo visitare il castello ho pensato bene di salire con un certo anticipo e la mia intuizione si è rivelata saggia visto che alle 9,30 il piazzale del raduno ha cominciato a riempirsi e chi aveva deciso di prendersela comoda ha dovuto parcheggiare nel piazzale sottostante.

Altri abbracci e saluti e.... solite foto a perenne ricordo di un'altra bella avventura in moto. Colazione con panini e vino brulè (modello S.Angelo in Vado)  molto gradito, caldo al punto giusto e ottimo aiuto per procedere alla visita guidata del Castello.

Memore delle indicazioni della zavorrina e dopo gli ultimi scatti del piazzale ormai colmo di moto e motociclisti ho ripreso solitario la strada di casa dando appuntamento agli amici a Viareggio il 9 e 10 febbraio per la seconda prova del TTN 2013.

Per ora 2 punti per gli Scoordinati e primi 580 Km del 2013.

Devo dire che la partenza anticipata rispetto al solito era legata al desiderio di partecipare alla gita degli Scoordinati a Civitavecchia ma confesso:  i venti anni li ho passati da un pezzo e il freddo non è vero che mantiene giovani anzi.......


Resoconto a cura di:
Ottavio Bulletti