RESOCONTO - Boretto TTN 2012

Come programmato Sabato mattina partenza alle ore 8.00 verso Boretto (piccolo paese dell'Emilia sulle sponde del Po) sede della 2° prova del Trofeo Turistico Nazionale 2012. Qualche preoccupazione legata alle previsioni del tempo con possibilità di qualche pioggia e temperature non certo estive hanno consigliato un abbigliamento abbastanza pesante.

Sotto pantaloni, maglietta termica, guanti, felpa e abbigliamento da moto decisamente invernali hanno fatto il loro dovere nel riscaldare sottoscritto e zavorrina alquanto preoccupata per il  tempo più che dai 1.000 Km del viaggio. In realtà in questi due giorni abbiamo trovato temperature da 6° a 22° e tranne qualche goccia di pioggia sul GRA di Roma, Domenica sera al rientro posso dire che abbiamo portato a spasso le collaudate tute da pioggia (per fortuna).

Viaggio di andata tranquillo con solito traffico e sosta di rifornimento a Bologna.

Una nota curiosa: verso il Nord abbiamo constatato viaggiavano decine di pullman  e pochissimi camion mentre dalla parte opposta file interminabili di camion.

A proposito:  avete mai notato che le motrici dei camion sono quasi tutte bianche in particolare quelle con targa italiana con qualche eccezione sul rosso mentre quelli stranieri sono di  colore vario?  (bianco compreso.)

Note e osservazioni (reali) forse dovute alla temperatura sotto i 10°, al rumore della moto e ai chilometri. Come detto camion e pullman a decine ovviamente solito traffico abbastanza intenso di macchine e, altra nota, da Roma all'uscita di Carpi  non abbiamo incontrato 1 moto in viaggio verso il nord: ci siamo sentiti un tantino soli!!!!

Arrivo alle 12:15 con solita procedure per iscrizione dal costo di € 10 pranzo compreso del Sabato, colazione della Domenica (panino + bibita) e ricevimento  gadget ovvero: maglietta del moto club organizzatore, cartolina postale locale, collare porta telefono, adesivo.

Il tempo di scaricare i bagagli in albergo vicino al luogo del raduno (la zavorrina è una maga nel trovare queste comode e piacevoli sistemazioni) , consumazione di un buon pasto, saluto ai numerosi amici presenti e partenza in orario per il giro pomeridiano di un centinaio di moto verso una fattoria tipica della pianura emiliana ovvero mucche (qualche centinaio), galline, oche, asini, animali vari e  soprattutto spaccio vendita del Parmigiano Reggiano ad un prezzo decisamente conveniente oltre ovviamente salumi vari e prosciutto.  

In un posto così non poteva mancare una fornita degustazione dei prodotti tipici con distribuzione molto gradita e apprezzata di salumi, formaggio, dolci e vino in abbondanza. (vedi foto)

Al rientro  una visita a Brescello paese reso famoso dai film di Don Camillo e Peppone le cui statue in bronzo a grandezza naturale fanno bella mostra sulla piazza del paese dinanzi alla Chiesa e al Municipio. (vedi foto)

Serata con gli amici e compagni di tante belle giornate in giro per l'Italia con consumazione del pasto  nella palestra attrezzata con musica e opportune tavolate. (buono e abbondante con ottimo vino - costo € 18)

 

Domenica mattina il cambio di ora ha anticipato la sveglia con il sorgere del sole e un cielo sereno hanno anticipato un'altra bella giornata. Visti i presupposti niente abbigliamento pesante!!!!! Abbiamo fatto la scelta giusta.

Partenza per il giro con 10 minuti di ritardo dovuto alla difficoltà di incolonnare la fila di qualche centinaio di moto nel percorso per le vie del paese e poi in aperta campagna tra le numerose fattorie, paesi e gruppi di case disseminati nella verde e fiorita pianura per arrivare ad un insediamento del Magistrato del Po e visitare le officine di costruzione e manutenzione delle draghe utilizzate per mantenere il fiume navigabile.


Un archivio storico documentale del Po e dei suoi affluenti, macchinari, scafi di vario genere, chiatte, barche, motori e la famosa (per gli abitanti del fiume e per noi sconosciuta) pirodraga  una interessante e originale imbarcazione a vapore ormai in disuso (vedi foto).

Purtroppo la ruggine è la padrona del luogo e francamente è un vero peccato che materiale così interessante e storico venga lasciato, nonostante la buona volontà dei paesani, alle intemperie e alla desolazione.

Altra particolarità del posto, ovviamente visitata, la casa dei Pontieri che, grazie all'interessamento e alla volontà dell'ultimo dei pontieri il sig. Gialdini (un gentile e affabile signore),  raccoglie i ricordi del tempo in cui non esistevano ponti in cemento e muratura per l'attraversamento del grande fiume  ma solo ponti di barche. Foto, modellini e pezzi originali a grandezza naturale raccontano un pezzo della storia italiana fatta di lavoro e ingegno per garantire la navigabilità e attraversamento del Po (vedi foto).

Con la visita si è conclusa la giornata del motoraduno e il ritorno è iniziato sotto un bel sole con una temperatura quasi estiva poco sotto i 20 gradi.

Dimenticavo: la partecipazione, timbrata su apposito cartoncino, ai giri e visite ha comportato la consegna di cartine stradali molto dettagliate della zona.

Dopo un tratto su strade normali ingresso in autostrada e solito traffico della Domenica con qualche camion e soliti pullman che nel pomeriggio sono via via aumentati di numero.

Alla sosta di Fabro abbiamo avuto la sensazione di trovarci in estremo Oriente : l'autogrill era stracolmo di uomini, donne, anziani, giovani, bambini tutti con gli occhi a mandorla  indaffarati a fare acquisti di biscotti, salami, formaggi e di ogni altra merce per la gioia della società che gestisce la vendita.

Nel frattempo il sole ha lasciato il posto a qualche preoccupante nuvoletta che presto è diventata nuvola  con il risultato che la temperatura passava nel giro di pochi chilometri da 19° e 15° per scendere in alcuni tratti ad una minima di 11°/12°.

In questi casi il calore delle due testate della Guzzi diventa gradevole!!!!!

Nonostante la minaccia per questa volta NON abbiamo beccato la pioggia (quella vera e non le poche gocce all'uscita del GRA) anche se in alcuni tratti la strada bagnata, anche in abbondanza, ci ha fatto pensare che siamo stati fortunati.

Per concludere un  motoraduno interessante, bene organizzato, buona partecipazione, costo contenuto visti i tempi.

A proposito con gli ultimi aumenti della benzina mi sono reso conto che il pieno è decisamente aumentato tanto che oggi supero abbondantemente i 30 €.

Per fortuna la fedele Guzzi si accontenta di bere un litro ogni 19,6 Km  facendo la media su 450 Km dei 102 all'ora. Considerando il peso dei trasportati che non sono certo dei pesi piuma e il bagaglio mi pare soddisfacente.

In ogni caso sul totale di 1.025 Km del fine settimana il consumo è stato di 52 litri(grande accessorio il computer di bordo: sperando nel giusto rilievo dei dati!!!!!) Non oso pensare al costo del pedaggio autostradale che il prezioso telepass impietosamente mi farà conoscere a futura memoria.

A proposito questa settimana dovrò fare il tagliando dei 50.000 Km: mi resta da sperare che i costi della manutenzione non abbiano seguito il costo della benzina.

Prossimo appuntamento TTN 2012 Gussola (Cremona) 21/22 aprile per  aggiungere ai 4 già acquisiti altri punti per gli Scoordinati e altri 1.000 Km ai 1.745 già fatti a Viareggio e Boretto.


ARTICOLO
a cura di:
Ottavio (Socio Mc Scoordinati)