Raduno d'Eccellenza Perugia Eurochocolate 2011

Penultimo appuntamento annuale di eccellenza a Torgiano e con l'esperienza dello scorso anno la prenotazione dell'albergo è stata fatta per tempo onde evitare brutte sorprese e affannosa ricerca all'ultimo momento.
Questa volta la partenza è stata programmata in tarda mattinata visto che l'apertura delle iscrizioni era prevista nel pomeriggio.

Considerate le previsioni del tempo la prudenza ha consigliato un vestiario tendente all'invernale e in effetti sotto pantaloni e felpa hanno svolto egregiamente il loro dovere; a differenza delle condizioni incontrate per andare a S. Angelo in Vado  due settimane fa  assenza di vento  e un  pallido sole autunnale hanno reso piacevoli i 178 Km per raggiungere Torgiano in poco meno di due ore.
Unico neo i due rallentamenti e brevi incolonnamenti di auto nei tratti dei lavori in corso che ormai da mesi si trovano sulla E45 per il resto solita attenzione ad autovelox e polizia locale in cerca di amanti della velocità.

Un ottimo pranzo a base di tartufo e funghi ha preceduto l'iscrizione e il giro turistico a Perugia per la visita a Eurochocolate di una cinquantina di motociclisti che tranquille staffette hanno guidato nel caotico traffico della città sino al parcheggio nei pressi del centro. Purtroppo a differenza di quanto previsto il Comune si è dimenticato delle promesse con il risultato che  il parcheggio delle moto è stato un po' improvvisato e solo la disponibilità delle volenterose staffette ha risolto il problema.

Il successivo giro tra le montagne di cioccolato e affini ha intaccato il livello economico  personale con relativo aumento del colesterolo causato da consumo di cioccolata di vario genere e assaggio di "benzina"  per umani di ottima qualità (leggi Grappa). Il rientro in notturna non ha creato problemi e il gruppo si è ritrovato al ristorante convenzionato per consumare un "frugale" pasto sempre a base di salumi,  funghi e tartufi: buono il rapporto qualità prezzo:

Domenica mattina sveglia all'alba per assistere alle gare di Moto in Malesia con l'incidente mortale del "Sic": non è stato un buon inizio di giornata. Arrivo al Raduno con saluti e giro di foto ad amici e moto con  gradita sorpresa (ci speravamo) di incontrare altri 8 infreddoliti ma sorridenti Scoordinati: giusto il tempo di fare iscrizioni e consumare una rapida colazione e partenza per il moto giro domenicale.
Purtroppo una troppo frettolosa partenza e una organizzazione delle staffette molto approssimata ha diviso in vari tronconi il gruppo dei motociclisti con il risultato che mentre alcuni sono riusciti a ricongiungersi altri si sono sparsi nelle strade intorno a Perugia.

Le staffette avvisate dell'inconveniente hanno fatto del loro meglio ma con scarsi risultati al punto che molti sono riusciti a ricongiungersi al gruppo solo all'arrivo nella Fabbrica della Perugina giusto in tempo per prendere parte alla interessante visita e ovvia degustazione della produzione di cioccolato nelle varie forme. Nel frattempo si è unito al gruppo anche l'undicesimo Scoordinato un tal Kawadenti che a causa di un attacco di sonno non ha sentito la sveglia (forse si potrebbe cambiare il soprannome in Pisolo).

Una interessante lezione di come nascono i cioccolatini e ovvia consumazione del prodotto appena uscito dalla produzione ha preceduto la visita al museo e stabilimento con rifornimento di altra cioccolata e la consumazione del pasto presso la mensa dello stabilimento ha preceduto la premiazione che ha visto gli Scoordinati quarti con 10 punti. Con questo punteggio la classifica a livello regionale vede gli Ufo Frascati primi con 75 punti e gli Scoordinati secondi con 72 punti seguiti da M.B.C. Touring con 49 punti mentre nella classifica Nazionale del T.T. siamo al 32° posto assoluto

La nostra partecipazione completerà con 17 presenze il T.T.N. 2011 e superare (di poco)  i 14.000 Km complessivi di Motoraduni. Visti i soliti ritardi nella mesta premiazione effettuata per commemorare Simoncelli l'equipaggio Guzzi e il ritardatario hanno ritirato la coppa e dopo il pranzo hanno ripreso la strada di casa.

Un traffico intenso e le solite code in prossimità dei lavori in corso, i limiti di velocità e la preoccupazione degli autovelox hanno rallentato la marcia sulla famosa E45 e in alcuni tratti mi sono pure perso il compagno di viaggio (non ovviamente la zavorrina per fortuna sempre molto attenta ad indicarmi gli autovelox e la presenza di controlli).

Sarà stato il fresco autunnale ma questa volta la mia passeggera non è stata assalita da attacchi di sonnolenza!!!! come in altre occasioni....
In prossimità dell'uscita per Terni come risvegliato da torpore il tranquillo compagno di viaggio si è trasformato in una folgore e dopo un breve saluto è letteralmente scomparso superando di gran lunga ogni limite di velocità consentito. Il resto è stato un normale e tranquillo rientro con il solito traffico della domenica.

By Ottavio