Ficulle - La sosta del Motociclista

FICULLE - 30/05/2010 Ore: 7:30

Suona la sveglia, bisogna alzarsi e preparare i panini perchè l'organizzatore dell'evento, Kawa636 (Stefano) ha chiaramente annunciato che il pranzo sarà al sacco! Ore 08:45 già mi trovo al benzinaio, Akira ha sete, e poi via direzione appuntamento al Molo di Anguillara dove è prevista la punta per le 09:00.
Alcuni già sono arrivati ed incredibile è stata la gioia di vedere Riccardo, alias Spietato, già li presente e scalpitante per il motogiro. In breve il gruppo aumenta, cominciano ad arrivare tutti uno dopo l'altro e piacevole è stata la sorpresa nel vedere Grappin e Giandark, che pur avendo altri impegni sono venuti ugualmente a farci un saluto. Mimmo e Dorina? Dove sono? Stanno arrivando, sono in ritardo, in grave ritardo, ma nulla si può chiedere o pretendere da una persona che già per raggiungere il luogo dell'appuntamento si sciroppa 40 km! Alle 9:45 si parte direzione Ficulle, dove ci sono le fiche! Il gruppo è numeroso siamo una trentina di bikers, compresa la new entry Francesca, alias Turan, che a bordo del suo Monster 620 i.e. si è unita alla famiglia in modo semplicemente sublime! Bella, simpatica e già pronta per la sua 1° uscita ufficiale, peccato solo abbia una Ducati!!!! Cmq non divaghiamo, arrivati nei pressi di Civitacastellana prendiamo la SP150, una strada nuova per quasi tutti gli Scoordinati, un itinerario bellissimo e studiato nei minimi particolari. Man mano che percorriamo il tragitto si nota uno stacco netto del paesaggio circostante, l'Umbria ha pur sempre il suo fascino. Le strade bellissime, le curve adrenaliniche.... Tutto perfetto insomma se non fosse per una scivolata del ca@@o (scusate l'aggettivo) di Luca, un ragazzo non facente parte della nostra famiglia e che si è unito a noi per l'occasione. Durante la percorrenza di una curva a destra la sua moto è letteralmente scivolata via a causa di un bel pò di ghiaia a centro curva. Moto leggermente danneggiata ma marciante e lui fortunatamente illeso. In questi casi si vede subito lo spirito unito di noi Scoordinati, fermandoci all'istante per soccorrere l'amico sfortunato. Tutto bene, salvo una piccola escoriazione al ginocchio, quindi via si riparte alla volta di Amelia. Qui dopo aver fatto una sosta presso un bar della zona ci rimettiamo in marcia per raggiungere Ficulle, dove ci sono le fiche! Qui comincia un vero e proprio  delirio, naturalmente parlo per me, ma credo che questa mia sensazione abbia coinvolto anche altri. Strade perfette o quasi, curve larghe da raccordare, proprio come piacciono a me, e mentre Geko e Kawa636 si prodigavano a chiudere il gruppo per non far staccare troppo Turan, noi davanti gli davamo il gas a secchiate (da una citazione di Desmosandro!). Tutti perfetti, tutti rispettosi del fatto che, si è bello tirare, ma sopratutto in sicurezza, propria e del bikers che ti sta accanto, davanti o dietro. Non finirò mai di dirlo, vedere: Diego (Ducati 999), Max (Ducati 749), Maurizio (Ducati 748), il nuovissimo Spietato (Yamaha Fz 1300), Paolone (Mv Agusta 750), Bambacione (Honda CBR 1000) Kawavalerio (ZX-6R) con tanto di Zavorrina (la piccola Silvia) e perchè no anche la mia Akira, (merito anche dell'ottima zavorrina, Smile75, al mio seguito che mi ha permesso bellissime manovre) impegnati in staccate, pieghe e accelerazioni, è entusiasmante, ma certe cose se si riescono a fare è solamente perchè alla base di tutto c'è tanto rispetto!
Ok Arriviamo alla meta, personalmente a passo d'uomo (volevamo goderci il paesaggio). Ficulle è un paese dell' epoca alto - medievale. Sono ancora visibili parte delle mura del XIII secolo ed i ruderi di alcune torri della stessa epoca una situata alla porta del sole ed una lungo la piaggia. (Non mi dite che è la piaggia, l'ho copiato da Wikipedia).

Volete sapè che è la Piaggia? aspettate vado a vedere su google.... 

Ok Piaggia vuol dire, terreno ripido! 

Qui pranzo al sacco come in programma e sosta presso "la sosta del motociclista" un bar presso un piccolissima piazzetta di Ficulle! Ma il Bar chiuso! Perchè è chiuso? Ma Kawa636 non era d'accordo con il barista per farci trovare qualche panino? Meno male che me li sono portati da casa! Morale? Quel sola del barista arriva a bordo di una Aprilia RSV 1000 in ritardo e apre il bar.... Troppo tardi abbiamo già risolto con una Bar vicino!  Ma è stato comunque utile per grappe, caffè, aranciate per il nostro Presidente (senza zucchero!), coca cole e sigarette! Qui ci raggiunge incredibilmente Kimera (Luca) a bordo della sua Audi TDi. Come vedete gli Scoordinati sono Scoordinati fino in fondo, non è possibile prendere la moto???? sti ca@@i raggiungo i miei amici in macchina! Smile75, come sempre del resto (ma solo con le persone giuste), entra subito in sintonia con Turan facendola sentire già parte del gruppo! Dopo 1 ora e mezza di riposo, cazzeggio e qualche gavettone tra Dorina e Vasco ci rimettiamo in sella direzione casa. Stavolta di comune accordo tutti in autostrada, per lo sconforto del nostro amico piegatore Ramsess! Max per un problema alla frizione parte spedito verso casa con al seguito Eliducati e qualcun altro che ora non ricordo! Tutto a posto cmq, l'ho sentito per telefono e parte il fatto che ha dovuto cambiare le marce stile doppietta Fiat 500, è riuscito ad arrivare alla base! La nostra nuova amica Turan a bordo della sua Ducati non sembra essere stanca più di tanto affrontando il tratto autostradale con punte di 140 km/h! Non male per una novellina! 
Ramsess scambia la sua moto con Kawa636, giusto per il tratto autostradale, l'avesse mai fatto! Arrivati al casello di Magliano Sabina con sosta al bar della Shell, Kawa venendomi incontro dice:

"Ahò dè quinta a 220 all'ora, quando ho dato gas la ruota davanti voleva ancora venì sù!"
Ed io:
"Ma dai? E mò come te senti?"
E lui:
"Come me sento? Te dico solo che appena sò risalito sulla mia volevo pialla a carci!"    

Altra breve sosta e via, direzione base, altra scorta per Turan che se sarà sentita superprotetta, tra me e Diego, e saluti on the road per chiudere una giornata come sempre indimenticabile. Basta poco per stare bene; le persone giuste, un posto magico e tranquillo, due panini ed una birra e tanta, tanta, tanta moto! Alla prossima ragazzi! 


By Yoyo