Da Milano a Roma

1 gennaio 2009, nasce ufficialmente il nostro moto club: MC. SCOORDINATI.
Io ne faccio parte come socio fondatore, mi chiamo Dorina, da scoordinata Dorinix, ho più di 30 anni ma meno di 40, non importa entrare nel dettaglio!!
Nata e vissuta a Milano, vivo da poco più di un anno a Roma e sulle due ruote ricopro il ruolo di zavorrina, ma visto le mie misure non molto small meglio detta zavorra!!!
Questo motoclub è nato per la determinazione del nostro presidente Maximiliano, da scoordinato Max214 e di pochi altri che senza remore si sono voluti imbattere in qualcosa che già conoscevano ma che mai ne erano stati al timone come questa volta. Sì dà vita così ad un'assemblea, la prima che dà modo di definire oltre alle noie burocratiche, anche il nome, il logo e il consiglio direttivo che viene votato da tutti i soci fondatori.
Questo gruppo oggi molto più numeroso, probabilmente grazie anche al Motoclub, esiste da tempo, ancora prima di questo evento. Legati prima da un rapporto d'amicizia, poi da una grande passione, come quella della moto e del suo mondo , il Motoclub non è stato altro che confermare e rendere pubblico ciò che già esisteva. Esisteva uscire insieme in moto, organizzare itinerari, soste e punti di ristoro. Una volta la meta poteva essere il mare, un'altra volta un percorso in montagna, piuttosto che una visita a Calcata con aperitivo connesso. I nostri giri sono sempre stati numerosi, quindi dopo quella prima assemblea nulla in realtà ha modificato le nostre uscite, la voglia di trascorrere una giornata insieme c'era prima così come c'è adesso. La differenza sicuramente è per alcuni di noi che in prima persona si assumono responsabilità e impegni per far sì che qualsiasi cosa che si organizzi venga al meglio.
Io ho conosciuto questo gruppo quando ancora non faceva parte di nessuna associazione motociclistica, tramite uno di loro che presto sposerò...ma lui ancora non lo sa! Quindi acqua in bocca!
Personalmente non faccio parte di coloro che hanno la moto nel sangue, ma la nostra caratteristica è proprio questa, in noi non incontri solo veri motociclisti, ma percepisci il senso del divertimento su due ruote alimentato da un principio d'amicizia che è all'apice delle nostre priorità quando si esce insieme.
Il nome SCOORDINATI era uno fra tanti loghi proposti dagli stessi soci, ma se ha vinto proprio questo non è una casualità, perchè noi siamo SCOORDINATI proprio per davvero!!!
Questo non ci fa assolutamente apparire come un gruppo di sfigati, ma al contrario l'auto ironia è fonte per le più grandi risate condivise insieme. Il logo stesso fa comprendere quanto ci prendiamo poco sul serio senza perdere la serietà quando è necessaria. A partire da un motoclub e portarlo avanti nel tempo, fino al senso di responsabilità quando si esce tutti insieme,  essendo consapevoli che quando sei su strada in gruppo, sei circondato da altre moto e non dimentichi mai che su quelle stesse moto ci sono i tuoi amici. Quindi non ti preoccupi solo di te stesso e delle curve che ansiosamente non vedi l'ora di fare, ma hai occhi aperti su tutto quello che ti circonda, rallentando la marcia se qualcuno è in difficoltà, o facendo strada se qualcuno con una moto più potente ha voglia di "gustarsela", o piegando meno in curva se il tuo passeggero non è in grande forma. Non esiste sfida o rivalità, dando vita stupidamente a piccole gare. Per questo esistono le piste e molti di noi, anzi di loro hanno vissuto più di qualche volta questa esperienza che a loro dire...è un sacco bello!!!
Il nostro motoclub è per tutti e scrivendo questo sorrido perché SCOORDINATI lo siamo anche in questo. Un gran mix di caratteristiche e personalità che per quanto diverse funzioniamo bene, durando nel tempo. Motociclisti veterani e novelli, ognuno con la propria storia da raccontare su com'è nata questa grande passione. Moto di qualsiasi genere, colore e cilindrata...dalla bellissima DUCATI (non sono assolutamente di parte), al SUZUKI, KAWASAKI, HONDA, HARLEY. Dal 600 al 1000, carenata, sportiva, verde, bianca, rossa, nera...l'unica cosa che finalmente abbiamo uguale è la nostra maglietta del motoclub, per il resto amiamo la diversità e se ti fermi a guardarci non puoi assolutamente darci torto!
Un gruppo di ragazzi siamo noi, dove difficile è annoiarsi, perché puoi spaziare dall'affrontare discorsi magari anche un po' "pericolosi", come può essere la politica, la religione o la crisi economica e trovarti un momento dopo a sparare mille e più scemate nate magari anche dal nulla. Così mi vengono in mente alcuni SCOORDINATI, che se non ci fossero bisognerebbe inventarli. Mi riferisco al simpaticissimo Diego, detto Grappin, e non è assolutamente casuale questo nome! Stefano, per tutti noi Gazzana, e ancora Stefano, detto Geko, che insieme agli altri due per la comicità che scatenano potrebbero ingaggiarli per movimentare matrimoni e non! Nazzario, il nostro mitico Tacchia, la velocità non è il suo forte, ma per tutto il resto è una persona davvero speciale.Poi incontri le vere donne motocicliste come Daniela, per noi Shardana il nostro cervellone al femminile. Elisabetta, scoordinata Eliducati, bella e intelligente. La nostra brunetta..., battezzata come Pesciomancino, sempre pronta a condividere un sorriso. Se invece sfortunatamente ti trovi a tavola con Massimo, detto Spiderman insieme a Sandro, per noi Desmosandro, arrenditi all'inevitabile perché ti resterà poco da mangiare! Se vuoi invece vendere ghiaccio agli eschimesi parla pure con Gianni, conosciuto anche come Giandark. Ovviamente hanno il loro peso, e non solo fisico, anche le pazienti e coraggiose zavorrine!!! Ivana, per tutti Monellainsella, la nostra barzellettiera ufficiale, Saretta,detta Twinsara se hai voglia di chiacchierare, lei funziona 24 ore su 24, ma lontano dai pasti!! Oppure puoi fare conoscenza con coppie fisse e consolidate come Antonio e Stella, rispettivamente Ninja e Delfina. Lei la nostra fotografa ufficiale di tutti i momenti trascorsi insieme, lui il nostro Raimondo Vinello della situazione!!! E ancora Giandark e Monellainsella, Lalla e Lallo, Antonella e Silvestro rispettivamente Tolla er Flanella, Vasco milanese come me ma molto più fuori...molto molto di più insieme alla sua Francesca che presto metterà al mondo un piccolo e bellissimo scoordinato/a, Desmosandro e Saretta, Ritz ,Psycobimba,Tony883 e Flavia ,tutti harleisti convinti soprattutto nel look!
Come in qualsiasi gruppo non mancano i single per convinzione o abitudine, Simone, scoordinato Bambacione, un "armadio" dagli occhi azzurri e capelli biondi. La nostra bellissima Roberta, da scoordinata Bebastorta, single sì ma ancora non si capisce il perché! Giovanni, conosciuto di più come Yo Yo , un maestro del pc. Luca, per noi Kimera il nostro pasticcere di fiducia. Daniele, ormai battezzato come Did 748, personaggio enigmatico e misterioso,  Andromeda, detto er braciola, per me milanese è consentito chiamarlo cotoletta, dolcezza e intelligenza...l'uomo dei sogni insomma!
Poi c'è lui, per me Domenico, per tutti gli altri Mimmo, da scoordinato Mimmox. Che dire...semplicemente fantastico, semplicemente il MIO scoordinato!! Per ultimo ma non perché sia il meno importante, anzi, proprio il contrario, il nostro presidente Maximiliano, il nostro Max214, testardo, convinto che tutto si può raggiungere se ci si muove in branco, mi ha restituito personalmente il vero valore dell'amicizia che con il tempo mi era un po' scivolato di mano.
Nomi diversi, vite ancor più diverse, e tanti altri nomi da dover elencare per la loro speciale presenza. Aver conosciuto questi ragazzi la considero una fortuna, trasferita in una città nuova, il mio più grande timore era proprio fare i conti con una solitudine che per quanto mi riguarda è il mio limite più grande. Per assurdo invece, in tanti anni a Milano, non ho mai avuto così tanti amici, e questo è meravigliosamente folle!!  
Tutto però non è sempre così bello. Sarei un'ipocrita a non negare che di momenti brutti li abbiamo subiti anche noi, sia personalmente, sia per causa di incidenti in moto. La nostra forza sta sempre nel muoverci quasi come un'onda anomala. Nessuno di noi si può sentire solo in momenti di difficoltà, perché nessuno di noi permette che questo accada. Persone che hanno voglia di esserci sia per se stessi, sia per gli altri, dove il comportamento è più dettato dal cuore piuttosto che dalla testa, e a mio avviso è il modo più giusto per vivere a pieno i rapporti.
Per quanto mi riguarda, che dire di me, trasferita nella capitale, proprio perché sto insieme a Mimmox, ducatista nel sangue, non posso nascondere che questa sua passione è stata causa di numerose liti, perché dava modo di rubare molto spazio ad aspetti che nella vita sono importanti quanto necessari. Credo che sia comunque normale che se una passione non è condivisa con la stessa intensità si possa dar vita a tensioni spiacevoli. Ho capito, però, che più ostacoli un amore, anche per una moto, cercando di spegnere questo fuoco, più si realizza l'effetto contrario e di conseguenza ti ritrovi in un incendio. Così ho imparato ad amare e soprattutto a rispettare questo mondo, cercando aspetti che potevano intrigarmi più di altri, magari ignorando i lati più tecnici che sono molto lontani dai miei interessi. Ho scoperto come questo mondo ti dà l'occasione di conoscere tanta gente, anche bizzarra, e instaurare amicizie con persone che così lontane dalla tua realtà ti affascinano ancora di più.
Esistiamo come motoclub da meno di un anno, usciamo in moto spesso, ma esistiamo l'un per l'altro ancora da più tempo, uscendo in comitiva per qualsiasi occasione, che sia un compleanno, un cinema, una serata a bowling o semplicemente una pizza tutti insieme.
A gennaio 2010 segneremo un anno di motoclub, e ci auguriamo che questo progetto possa vivere ancora nel tempo, aggregando al nostro già numeroso gruppo sempre più gente. Forse sarà così, forse no, ma dar fine al motoclub non sarà altro che questo, averci almeno provato, portando comunque a casa dei risultati che mai ci saremmo sognati. Così come il sognare per poi realizzare concretamente il nostro primo MOTO PARTY sul lago, con l'euforia che tutto sia perfetto e l'incertezza di non sapere se così sarà, per noi è comunque un obiettivo che precisamente il 26 luglio 2009 abbiamo raggiunto con grandissimo successo portando più di 350 motociclisti felici a gioiosi di vivere il nostro motoparty... Noi ci siamo  sicuramente d'orgogliosi di quello che abbiamo fatto.
Fra sorrisi e liti, fra giornate buone e giornate cattive, continueremo a coltivare le nostre passioni e le nostre amicizie. C'incontreremo in moto la domenica mattina e dopo una giornata insieme ci saluteremo al nostro solito bar. Forse porteremo a casa premi, se il nostro motoclub sarà tanto forte quanto lo siamo noi, forse non vinceremo nulla, ma essere quello che siamo e vivere quello che proviamo per noi sarà vincere ogni giorno.

By Dorinix