33° Tappa TTS "Scansano- Saturnia"


...come lo inizio il report dell'uscita di Scansano? La risposta suggerita da Max: “PENSA A MEZZOLITRO”

...ecco ...il report potrebbe essere già tutto qui ...perchè Stefano Anzellotti alias MEZZOLITRO è stato il vero autentico mattatore di questa domenica terminata sotto la pioggia ma con un gran sorriso ...grosso come il sole per chiunque c'era.

Avevo proprio voglia di fare questa uscita, Scansano mi piace ...ci sono stato già diverse volte ed il percorso proposto dall'organizzatore Riccardo Fuso mi incuriosisce ...in realtà qualche dubbio ce l'avevo per via di qualche problema con il freno posteriore (...niente di che ...disco “finito” e pasticche a ferocodueresennòèerore ;) ) ma tanto basta non usarlo :P

e poi in questa occasione sono stato onorato dalla richiesta del Presidente di svolgere la funzione di referente del MC per questa uscita: insomma DAJE!!! si va!!!!

Appuntamento fissato poco prima di Sutri e quando arriva il gruppo mi accodo e subito mi dico “siamo un bel corteo di moto” ...alla faccia delle previsioni avverse!!!

Alla prima sosta Fuso mi chiede se per questa uscita posso fare “la scopa” ...certo che si ..per una volta che posso star dietro con la scusa che lo faccio per dovere e non perchè non tengo il passo ti pare che mi faccio sfuggire st'occasione? Ahahahahahah

Il gruppo è ordinato e preciso ...che spettacolo uscire così ...c'è sicurezza ...c'è consapevolezza che come dice il motto del club Ovunque tu sia, qualsiasi moto tu abbia, ricordati non sei solo”

Ci sono le leader della classifica conduttrici, Toga e Laura, che si aiutano costantemente ...Toga sta acquisendo sempre più sicurezza ed ha ormai l'impronta di un “suo” stile di guida.

La strada in alcuni punti è un po' sporca per via di qualche temporalata dei giorni precedenti ma c'è sempre la giusta attenzione da parte di tutti. Il cielo è a tratti grigio scuro ma a tratti si squarcia e lascia passare il sole ...non fa affatto freddo ...si sta bene ...si guida su strade che consentono allunghi e belle e divertenti pieghe ...non c'è ansia ...mi sto davvero divertendo!!!!

Arriviamo in Piazza Garibaldi a Scansano e sembra che non ci sia nessuno tranne noi ..parcheggiamo e la piazza è piena ...non saremo tanti ma neanche pochi!!!

L'Enoteca dei Mille ci sazia con ottimi panini leggermente annaffiati dal Morellino

Dopo il pranzo il programma prevede la visita ad una delle aziende produttrici di Morellino più prestigiose: l'Azienda Agricola Roccapesta ...produce un “cru” di morellino riserva speciale che ha ottenuto importanti riconoscimenti e fra questi ben 3 calici dalla rivista specializzata “Il Gambero Rosso”.

Sono davvero curioso ed infervorato da questa visita ...conoscere direttamente il processo produttivo di una eccellenza così non è cosa da tutti i giorni.
Ci si arriva dopo un tratto di sterrato anche moderatamente impegnativo per esperti ...e qui si capisce ancora meglio la grande tenacia e volontà di Laura e Toga: secondo me hanno tirato giù mezzo calendario ma hanno portato le loro moto e se stesse a destinazione!!!! GRANDISSIME!!!

La visita vera e propria è stata UN CINEMA ...e qui sale sul “red carpet” MezzoLITRO ...è impossibile raccontare adeguatamente tutta sta parte ...so soltanto che ad un certo punto mi facevano male le mascelle per il gran ridere!!! Avete presente i fedeli che vanno in visita ai santuari? Beh ...DI PIU' !!! ...oh davvero ...era felice più de un ragazzetto la prima volta che gliela davano ahahahahahahaha

Ci guida il titolare dell'Azienda Alberto Tanzini, gentilissimo e disponibilissimo a rispondere ad ogni nostra domanda ...appena entriamo si sente il profumo del mosto ...gli ambienti sono puliti ed ordinati ...la vinificazione è ormai quasi terminata, ci sono soltanto alcune barrique con del mosto che penso andrà a produrre delle bottiglie di categoria davvero eccelsa ...quanto mi piacerebbe sapere come saranno!!!!

Ci si sposta nei vari ambienti dove ci sono le grandissime “cisterne” dove si conserva e matura il vino prima dell'imbottigliamento dove poi passiamo al reparto dedicato: ci saranno 50mila bottiglie o forse più, delle varie annate, ben disposte adagiate in enormi nicchie.

Ci si rende conto in questa visita di quanti dettagli siano invece sostanza ...il tappo ..la ceralacca ...l'etichettatura ...non ci si pensa normalmente ma quanto lavoro anche in questa roba qui.

Ma finalmente si arriva al momento clou: la degustazione!!! ...e qui comincia lo show!!!

Il titolare prende 4 bottiglie di diverse annate e di diverse tipologie di Morellino ...ci sono i calici da degustazione dove ci viene versato il primo vino ...il titolare ci spiega le caratteristiche e ci invita all'assaggio ...BBBONO!! ...a questo punto accade l'imponderabile: al centro del tavolo giace un secchiello d'acciaio tipo quelli per il ghiaccio di cui noi “profani” ignoravamo la funzione ...beh ...che te fa il titolare? ...ci versa dentro il resto del vino del suo calice che non aveva finito di bere!!!

Stefano sbianca manco se avesse visto il fantasma di Belfagor e je fa': MA CHE LO BUTTI???? TE SEI MATTO!!!!! ..sul suo viso si leggeva davvero una maschera di dolore ahahahhahahahaha

...ma non finisce qui ...si procede con gli altri vini ...ed ogni volta la stessa scena col titolare che “butta” il suo vino dentro sto secchiello insieme a quello già versatoci prima ...fino alla fine ...fino a quando accade il fatto che verrà ricordato negli annali delle uscite Scoordinate: Stefano non ci sta ...non può venir via da lì con quel groppo in gola ...si da una rapida occhiata attorno ….prende il secchiello ...ci si infila dentro quasi con la testa e dice CHE PROFUMO!!! e con un gesto deciso versa tutto il contenuto dentro al suo bicchiere che per la prima volta è finalmente PIENO ...e se lo beve!!!!!!! APOTEOSI!!!! ...ce stavamo a sentì male tutti dalle risate!!!!
...ultima perla: Stefano se nasconne dentro a una nicchia e dice: me nasconno qui ...chiudeteme dentro!!!!!

Vabbè ...se sta a fa tardi ...sarà meglio riprendere la strada del ritorno ed infatti si decide di saltare il passaggio a Saturnia ...ci si avvia verso la sera ...farà buio ed il tempo non è per niente bello.

Ed infatti comincia a piovere! ...ma non solo ...anche la nebbia ci si mette ...che palle!!!

Ci sono state delle difficoltà per Franca Toga che si è impanicata un po' ma ha gli angeli custodi che non la lasciano un attimo e la incoraggiano: fra tutti cito Riccardo Buttinelli che per accompagnarla ha pure allungato il suo ritorno a casa ...e Maurizio Multi che non l'ha lasciata da sola neanche per un secondo durante tutta la strada sia all'andata che al ritorno: un GRANDE dal cuore enorme!!!

Un rientro sicuramente impegnativo e difficile ma affrontato con lo spirito giusto e risolto nel modo migliore possibile. Per capire ancor meglio copio ed incollo le parole scritte da Lauretta:

Laura La Rosa
E' vero, un rientro difficoltoso...quasi tutti i km del ritorno percorsi sotto l'acqua e in alcuni punti una nebbia incredibile con visibilità pari a zero, visiere automaticamente alzate per cercare di vedere qualcosa, con l'acqua che ci ha letteralmente frustato il viso!!! Che dire un'esperienza così mi mancava!!!! Ma al di là di tutto questo posso dire che l'organizzazione è stata perfetta (grazie Riccardo Fuso), in puro spirito scoordinato!!! Nessuno è stato lasciato solo! Grazie veramente a tutti ragazzi, siete stati impeccabili. Grazie alla mia testardissima compagna di mille uscite Franca Maria Toga Graziosi, che s'è cagata sotto ma ce l'ha fatta (sti 300 km non me li avrebbe mai lasciati, sarebbe uscita pure co' la neve ) !!! ...e un ringraziamento particolare voglio farlo a Yuri Valentini che per tutto il ritorno è stato "i miei occhi" facendomi strada fino sotto casa! Bella SCOO...

Ed infine menzione speciale per Riccardo Fuso che ha organizzato in maniera impeccabile questa uscita che credo rimarrà di diritto fra le uscite più belle che io possa ricordare!!!! DAJE!!!!!!

Fiorenzo Francioli - fre3dom