17 maggio 2010 - Misano Adriatico

Partiamo nel dire che il Gonzo ha rotto il Cu@o a Superazzi ed il Copare ha dato il GASSONE a SECCHIATE…. Detto questo partiamo con il resoconto. La data di Misano si avvicina e iniziano un po’ di sfotto tra i partecipanti a questo evento. Il gruppo è molto nutrito perché non ci sono solo gli Scoordinati che girano,ma anche un altro gruppo di amici di Roma,(Ringrazio Mauro per l’organizzazione e tutto il resto) perciò siamo veramente tanti circa 20 moto solo di noi. Ma partiamo dai preparativi.
Sabato mattina si inizia a caricare le moto sul furgone e sui carrelli, e da qui iniziano i primi problemi. SilvioSV non è soddisfatto delle sue carene in vetroresina ed inizia a smontarle a cercare di fissarle meglio, Grappin ( Risoprannominato Ciuchino) che gli manca sempre 1 centesimo per fare un euro,inizia a smontare la sua Moto originale di specchietto targa ecc, ecc. Superazzi che si presenta a Misano con una moto che non conosce affatto visto che l’ha comprata 6 giorni prima di andare a girare infatti ha avuto dei problemi con le pedane arretrate che non è riuscito a regolarle visto che aveva i bulloni spanati. Ma il problema più grande lo ha avuto Er Compare.
La sua moto la voleva più cattiva, allora abbiamo deciso di montare un pignone con un dente di meno. Qui iniziano i problemi.. Il pignone gentilmente comprato da Superazzi ha gli stesi denti del pignone che è montato (Era già stato sostituito e Superazzi non poteva saperlo) allora di corsa da Mattei a prendere un pignone da 15. Fino a qui tutto bene..Il problema è che Tolla voleva andare a vedere la cucina nuova e il poro Compare si è dovuto subire le ire di Tolla per tutto il viaggio da Anguillara a Roma e ritorno per poi andare alle 14:30 (il mobilificio apriva alle 15:30) a vedere questa benedetta cucina. Ok fino a qui vi ho raccontato le disavventure…
Ora inizia il bello.. Montiamo il pignone da 15 su la moto del Compare e la carichiamo sul furgone, insieme alla moto dell’Uomo Ragno, la moto di Grappin e quella di SilvioSV sul carrello e le altre due moto di Jacopo e Luca sul carrello da un milione di dollari di Luchetto.. La moto di Superazzi giù era partita dal giorno prima per Misano con Bluice. Ok tutto apposto..Moto caricate,gazebo per l’ospitaliti caricato, tute, stivali, caschi, paraschiene tutto caricato, attrezzatura in caso di rotture o modifiche sul posto caricate..Tutto apposto, pronti per partire e cosi la mattina della Domenica di buon ora si parte direzione Misano. Arriviamo nel primo pomeriggio e la tensione aumenta.. Si aspetta che arrivano anche tutti gli altri e continua gli sfotto,specie per chi in pista è molto competitivo, si vede di tutto, gente che ha messo la moto dentro il Bungalow e la ragazza sul carrello, gente che è arrivata alla seconda falange a forza di mordersi le unghie per la tensione… Allora quale miglio medicina per allentare la tensione di na bella mangiata tutti insieme.. Allora si va in un ristorantino che i Motofraciconi conoscono già dalle pistate precedenti e siamo cista 30 e più persone.. Ragazzi miei che mangiata di pesce, non smettevano più di portare portate, dall’antipasto ai due primi i secondi ,dolce e per non parlare del vivo in quantità industriale... Cosi fanno i piloti che girano il giorno dopo..Sta scritto su tutti i manuale del giovane pilota… Voi credete che la serata è finita qui?.. Manco per idea…
Torniamo al Camping ed aime mi viene in mente di andare a sfidare Superazzi sui Kart e che fai non riparti per andare a girare? Tanto è solo l’una di notte e domani si gira.. Via tutti in macchina, io ,Eliducati, Ladykiller, Superazzi, Grappin, Compare, ed altri due ragazzi che non ricordo il nome,mentre gli altri decidono di andare a dormire. La competizione sale, sale ,sale tanto è che il nano si sgriga a pagare per andare a prendere il Kart più veloce, per poi atteggiarsi che mi ha dato paga… Te credo pesa 30 kg di meno ed aveva il Kart più veloce. Vabbè incassiamo il colpo ed andiamo a dormire che sé fatta una certa. LUNEDI MATTINA Appuntamento alle 8:00… Se ancora!!.. Alle 7:30 eravamo già tutti fuori dalla stanza…. SSSSSSSSIIIIIIIIIIII parteeeeeeeeeee!!!!!!!!!…… Misano world Circuit Santamonica arriviamooooo….. Tensione a bestia, visi un po’ tesi, adrenalina che inizia a salire, ma in tutto questo si inizia a prendere contatto con gli organizzatori, iscrizione, consegna del BOX e montaggio Ospitaliti. I ragazzi iniziano a preparare le moto dentro al box, vi giuro era uno spettacolo vedere cosi tante moto una vicino all’altra con il proprio pilota che si prepara per gli ultimi accorgimenti del caso.. Benzina, termocoperte, pressione delle gomme Controllatina se tutto va bene, vestizione e via si parte..
Iniziano ad entrare in pista alla spicciolata un po’ tutti.. I primi giri i tempi sono un po’altini anche perché negli Scoordinati nessuno conosce il tracciato,tranne Superazzi che inizia da subito a dagli il GAS a quattro mani. I giri si susseguono ed i tempi inizia ad abbassarsi.. Er Compare (il mio pupillo) con uno stile di guida tutto suo inizia a stupire tutti con il suo TL 1000 tutto originale (tranne il pignone e pompa radiale), inizia a girare con un buon tempo di passo che è di circa 2’01”00 fino ad arrivare a strappare un ottimo 1’59”201. Grande Compare.. Gli altri hanno un po’ di problemi.. Grappin ha un po’ di tensione di troppo e non riesce a guidare come sa fare e rientra dopo pochi giri lamentandosi di avere poco feeling con il posteriore e o sente scivolare ad ogni curva. Allora qui intervengo io, altrimenti che sono venuto a fare? Lo prendo da una parte, lo porto al muretto dei box e gli faccio vedere che le altre moto fanno alla grande e che la pista non è scivolosa come lui sostiene, allora gli do’ due scappellotti, ci facciamo una risata su, un calcetto in culo ed una pacca sulla spalla di incoraggiamento e rientra in pista.. La moto non scivola più… Daje Grappin daje er gas… E la volta di Luchetto.. mmmm!!! Aime sono rimasto un po’ deluso dalla sua giornata di pista..
Gran bel stile di guida, molto bello stilisticamente, sempre molto affascinante vederlo entrare in curva, ma secondo me il salto di categoria dal 600cc al 1000cc non gli ha giovato, anzi. Tutta la mattinata gira con un tempo di passo superiore ai 2’01”00 fino a strappare un 2’00”06, ma niente non riesce a scendere sotto i due minuti,d’altronde è la prima volta che gira su questo tracciato. Rientra al box comunque soddisfatto della sua prima sessione, io dal canto mio cerco di dargli dei consigli ma niente tutta la mattinata rimane bloccato sul quel 2’00”06. Vabbè pazienza si sta divertendo uguale.. Arriva il nano malefico, ha finito gli ultimi controlli alla sua moto,montato gomme nuove, termocoperte accese, si veste, aspetta qualche suo compagno di merenda che ci gira quasi ogni volta che va in pista eeeeeeeeeee….. E arrivo io.. Aspetta Superazzi, te smonto il Tb tanto non controllano e per la sua felicita dopo pochi minuti entra in pista con la sua bimba nuova, nuova (comprata appena una settimana prima) che già dalla prima curva la senti cantare che è una meraviglia… Vabbè inizio a prendere i tempi a Superazzi… Giro di ricognizione tanto per capire la pista e poi dal 1° Giro lanciato mi fa subito capire che ha una gran voglia di guidare e strappa subito un bel 1’56”76 fino ad arrivare ad un 1’55”80…
Cazzaruola come gli da er GASSONE, ad ogni giro lo vedo arrivare come un proiettile sul rettilineo, staccare almeno 50mt dopo tutti gli altri piloti in pista, in traversare la moto in frenata, buttare giù il ginocchio e via dentro alla curva a destra con una velocità impressionante, come ne ho visti veramente pochi ieri farlo.. Complimenti davvero… Gran manico e stile di guida pazzesco… Mi rompo le bols di prendere i tempi a Superazzi e prendo la CLESSIDRA.. E’ arrivata l’ora di guardare un po’ Jacopo come gira… Bè io al grande Jacopo gli do un bel 9 come voto. Entra in pista super teso, ha a che fare con dei missili terra aria che gli sfrecciano a destra e sinistra, lo infilano ovunque, ma lui in tutto questo non si fa impressionare, continua con il suo passo e si diverte come un matto.. D'altronde Jacopo è appena un anno che ha la moto ed è la prima volta che entra in un circuito cosi veloce come Misano…. Ma la volete sapere quale è la cosa più bella… A fine serata quando ormai si erano fatte le 21!? Mi guarda con un sorriso girocollo e mi esclama.. Presidè, oggi mi sono troppo divertito… Complimenti per tutto… Quando la rifacciamo?.. Grande Jacopo, mi è piaciuto veramente tanto il tuo spirito… Pero’ me so’ scordato la Clessidra sul muretto dei box, forse perché non so’ se Jacopo ha già finito il 1° giro.. ahahahaha.
Ora è il turno di SilvioSv.. Stesso discorso di Luchetto, il passaggio di categoria non ha dato i suoi frutti, anzi. Tutta la mattinata a combattere con il mono, una regolata qui, una regolata la, ma trova sempre una difficoltà ad entrare in curva, specie le curve a destra. La moto gli si scompone molto e lui non riesce quasi mai a trovare la corda giusta. Io gli consiglio di guidare il suo Suzucone come un quattro cilindri e non più come faceva con la sua SV bicilindrica. Ma niente non riesce proprio a trovare il feeling, tanto è vero che di bes della mattinata ha girato in 2’09”58. che poi riesce a migliorare nel pomeriggio dopo che si è tranquillizzato un po’ a 2’08”41. Qui le prove si interrompono, bandiera rossa. Tutti i piloti rientrano ai box. Io controllo che tutti i nostri rientrano, e per un attimo mi si ferma il cuore.. Er Compare non lo vedo rientrare ..No! Porca miseria speriamo di no… Ad un certo punto mi chiama Bluice e mi va tranquillo Silvestro è fermo a bordo pista che ha rotto la moto,gli faceva tutto fumo bianco, mi sa che ha rotto il motore, infatti poco dopo spunta il compare da dietro i box che era stata trasportato del carro attrezzi degli organizzatori. Arriva si leva il casco ed è un po’ palliduccio, mi guarda ed esclama “Compà!! Che smaltita… La moto me se messa a sventola come la bandiera de un tre alberi, in piena curva” Il Team sempre pronto inizia a controllare la moto del compare e si accorge che la grande fumata non è una rottura del motore, ma bensì la perdita del antigelo a causa della rottura di un manicotto.. Se tutti i problemi sono questi la vita è finita.. Io Superazzi e Grappin ci mettiamo subito a lavoro..
Smonta qui, smonta la, rimedia il tubo ed in 20 minuti eccolo di nuovo in pista.. Ammazza se è bruttoe scomodo er TL per lavorare. Er Papà Uomo Ragno.. Non ha più lo smalto di una volta… Tra pannolini, notte insonne, non gira più come una volta.. La mattina gira molto tranquillo, d'altronde si deve levare un po’ di ruggine da dosso, ma è l’unico che non si lamenta che la moto non mota,che le gomme non gommano ecc, ecc. La sua R1 consuma come un DC9 ogni 12/15 giri rientra a fare rifornimento e via di nuovo in pista.. Bello Ciccietto si sta divertendo come il figlio quando gioca con i suoi giocattoli..So’ contento… Vabbè la mattinata scorre veloce ed arriva l’ora di pranzo, tutti a mangiare.. Li ci si confronta, ci si consiglia e dopo aver mangiato il pasto offerto dagli organizzatori eccoli li di nuovo pronti a rientrare in pista…. Qui a fronte dalla conoscenza della pista della mattina tutti abbassano i propri tempi, er Compare gira di passo in 1?59”00, Luchetto riesce a strappare un buon 1’58”58, Jacopo è arrivato ad una sola CLESSIDRA, SilvioSV sta trovando più feeling con la sua moto, Uomo Ragno mette groda e rientra subito in pista, per fermarlo oggi bisognerà sparargli, er Grappin colta la tensione, er cagotto della mattina si sta divertendo alla grande imboccando anche qualche buon giro ma più che altro riesce a guidare molto, ma molto meglio della mattina, pennellando curve come un pilota vero. Ed in fine Superazzi, che con i suoi amici di merenda imbocca una serie di giri da paura,tutti sotto il 1’55”00..
Li vedo passare dal muretto dei box in bagarre, ci danno dentro veramente, ad ogni giro è un susseguirsi di sorpassi ed entrate in curva all’limite della correttezza, ma loro si conoscono da tanto e se lo possono permettere… La giornata finisce, foto di rito, tutti in Pit Line con le proprie bambine tutte in fila con il proprio pilota in sella.. Sono bellissimi nel vederli, soprattutto quei papà che si erano portati i propri figli e li hanno voluti con loro nel momento della foto. Detto questo faccio un applauso gigante a Futureproof per tutta l’organizzazione, alle mamme bellissime come Simy e Simona che erano con noi in pista con le proprie prole, La dolcissima Giorgia di un anno e mezzo che ad ogni turno andava ad abbracciare il papà, Simona che oltre a Martina di 10 anni aveva due splendidi gemelli di 6 mesi che andavano di braccia in braccia a chi capitava da quelle parti.. Semplicemente grandi.. Solo per consapevolezza di far crescere quei bambini a latte e Racing.. Odore di benzina e puzza di gomma che si raffredda… E poi le nostre donne che con molta tranquillità e tanta pazienza ci seguono in tutte queste nostre pazze follie..
Grazie… Pensato e scritto tutto il resoconto della giornata in pista ora posso dire che la felicità maggiore è stata vedere tutte quelle faccie sorridenti e felici per la grande giornata trascorsa.. Mi è piaciuto molto lo spirito dei ragazzi nel box,dove si aiutavano tutti l'uono con l'altro senza tirare su muri, mi è piaciuto molto il binomio Motofraciconi-Scoordinati.. Insomma anche se non ho girato per incomprensioni sono stato felicissimo uguale di esserci. Il ritorno non ve lo racconto perché me so’ rotto de scrive e poi è stata na mezza odissea.. l’unica cosa de bono sono stati i Bucatini cacio e pepe all’autogril. Vi dico solo che io ho posato le mie chiappe sul letto alle 3. Daje alla prossima pistata.